HealingCareCommunities

La preghiera è una parte centrale, importante del processo di guarigione per le vittime/sopravvissuti e per l’intera comunità dei fedeli. Ancor più, la preghiera pubblica è un importante modo di accrescere la consapevolezza nella Chiesa e nella comunità più amplia.

 

Nell’esperienza della nostra Commissione, le vittime/sopravvissuti hanno spesso espresso un desiderio di preghiera come un importante elemento nel loro processo di guarigione. E’ stata una sopravvissuta di abusi sessuali clericali da piccola che, di fatto, ha per prima avanzato alla Commissione la proposta di una “Giornate di Preghiera” per tutte le vittime/sopravvissuti di abuso. I membri hanno quindi richiesto al Gruppo di Lavoro sulla Teologia e la Spiritualità di stendere la proposta in queste pagine. I membri l’hanno accettata nell’Assemblea Plenaria di febbraio 2016 e quindi sottoposta a Papa Francesco per la sua approvazione.

 

Il Santo Padre ha dato il benvenuto all’iniziativa e chiesto che la Commissione continui con il progetto. Il Gruppo di Lavoro sulla Teologia e la Spiritualità sta attualmente completando i testi e le risorse che seguono. All’indicazione di Papa Francesco, la Commissione prenderà quindi contatto con ogni Conferenza Episcopale del mondo. Il Santo Padre ha chiesto che ciascuna conferenza scelga un giorno adeguato nel proprio territorio o nazione perché si tenga un Giorno di Preghiera per le vittime/sopravvissuti di abuso sessuale.

 

Questa sezione, che è in fase di sviluppo, sarà aggiornata mentre la Commissione continua a raccogliere e sviluppare risorse in quest’area. Nel frattempo, siete invitati a unirvi a noi nelle nostre semplici preghiere affinché la Chiesa divenga una casa sicura per tutti i bambini e gli adulti vulnerabili.